Diritto d'autore e libertà di stampa. Dopo lo “sciopero” di Wikipedia il …

Diritto d'autore e libertà di stampa. Dopo lo “sciopero” di Wikipedia il ...

La dibattuta riforma europea sul diritto d’autore è stata approvata dal Parlamento Europeo in seduta plenaria con 348 voti a favore, 274 contrari e 36 astenuti.

In modo particolare, l’Articolo 11 della riforma darà la possibilità agli editori di stampa di fare accordi con le piattaforme online per farsi pagare l’utilizzo dei contenuti di informazione. I ritagli delle notizie che danno forma ai cosiddetti “snippet” e che descrivono il contenuto di una notizia non avranno alcuna protezione dalla riforma e quindi resteranno nel libero uso delle piattaforme online. Gli introiti derivanti dall’uso dei contenuti di informazione dovranno essere condivisi con i loro creatori, dunque i giornalisti.

L’Articolo 13, anch’esso monitorato dall’opinione pubblica, non richiederà l’utilizzo di filtri rappresentati da algoritmi automatici che escluderanno la pubblicazione di materiale protetto da copyright di cui non si possiede la licenza, ma l’eventuale reclamo dei possessori di quei diritti sarà gestito da persone. Inoltre, i singoli utenti non rischiano più sanzioni per aver caricato online contenuti protetti da copyright, e la responsabilità sarà tutta nelle mani delle grandi piattaforme come Facebook o Youtube, mentre quelle di dimensioni medie avranno obblighi minori e le piccole saranno completamente esentate da qualsiasi verifica.

I meme, le parodie e la satira non subiranno alcuna limitazione dovuta alla contaminazione della loro esistenza con materiale protetto dal diritto d’autore. Restano fuori dalla riforma anche le piattaforme senza scopo di lucro, come Wikipedia, e quelle dedicate alla condivisione di materiale open source, come GitHub. I contenitori cloud di file non avranno alcun obbligo circa la nuova riforma e non dovranno controllare l’esistenza sui loro server di materiale soggetto a copyright.


Czytaj więcej…

La riforma del copyright è stata approvata

Le attenzioni dei critici della riforma – fra cui le grandi piattaforme americani e gli attivisti per la libertà di Internet – si sono concentrate soprattutto sull'articolo 13, che nel nuovo testo è diventato l'articolo 17. Prevede che le piattaforme online esercitino una …

Źródło: Il Post

Approvata la riforma europea del copyright. Che cosa prevede

L'Articolo 13, anch'esso monitorato dall'opinione pubblica, non richiederà l'utilizzo di filtri rappresentati da algoritmi automatici che escluderanno la pubblicazione di materiale protetto da copyright di cui non si possiede la licenza, ma l'eventuale reclamo dei …

Źródło: DDay.it – Digital Day

Copyright, il Parlamento europeo approva la direttiva Ue. Cosa …

Sì, anche se nella versione emendata dal Parlamento l'articolo 11 è diventato l'articolo 15 e l'articolo 13 è diventato l'articolo 17. Le due misure hanno raggiunto la notorietà perché introducono, rispettivamente, una «link tax» (tassa sui link) e un upload filter …

Źródło: Il Sole 24 ORE

Copyright, le novità del testo approvato dal Parlamento Ue

Dopo innumerevoli atti di protesta, lettere aperte, manifestazioni, petizioni e varie attività di lobbying, oggi, martedì 26 marzo, il Parlamento europeo riunito a Strasburgo in seduta plenaria ha approvato la direttiva sul diritto d'autore. Questa era l'ultima chance …

Źródło: Corriere della Sera

Copyright, via libera dal Parlamento europeo alla riforma

DIRITTI ARTISTI, NO FILTRI MA RESPONSABILITA' PIATTAFORME (ART.13). Viene riconosciuto il diritto a colmare il divario tra i ricavi che le grandi piattaforme commerciali fanno diffondendo contenuti protetti da copyright e la remunerazione agli autori o …

Źródło: Agenzia ANSA

Legge sul Copyright approvata dal Parlamento Europeo

L'Articolo 13: prevede un controllo preventivo al fine di verificare che non vengano violati i diritti d'autore di un contenuto presente sulla rete. Attraverso un sistema automatizzato di controllo simile al content Id di YouTube (upload filter), l'Unione Europea …

Źródło: Hardware Upgrade

Diritto d'autore e libertà di stampa. Dopo lo “sciopero” di Wikipedia il …

L'articolo 13 esclude solamente una piccola categoria di aziende: quelle che hanno meno di tre anni di attività in Europa, un fatturato minore di 10 milioni di euro e meno di 5 milioni di visitatori unici al mese. L'articolo 11, invece, prevede il diritto per gli editori …

Źródło: Sempione News (Comunicati Stampa) (Blog)

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *